14 aprile 2019 – Biella – 17a Riedizione Biella/Santuario di Graglia – Km. 11,3 – CorriPiemonte – 4a prova

L’Atletica Valsesia è presente con Ermes Zonca 29° assoluto e 10° di categoria SM in 50:06 e Francesca Ravarotto 144^ assoluta e 6^ di categoria SF40 in 1h00:49 .

RISULTATI


NewsBiella scrive:

La gara è stata vinta da uno stratosferico Francesco Grillo. Molto Bene il biellese Barbero Piantino, secondo al traguardo. Record di iscritti per la 17esima edizione con 284 atleti al traguardo.

Nel segno di Valeria Roffino. Dopo mesi di attesa e ripresa dall’infortunio, l’atleta occhieppese in forza alle Fiamme Azzurre torna alle gare e lo fa in maniera semplicemente super: stracciato il record vecchio datato 2008 (48’03”) e siglato da Beatrice Lanza di 10”. In campo maschile e assoluto la zampata vincente arriva da Francesco Grillo dell’Atletica Saluzzo. Bene il compagno di “scuderia” e biellese Max Barbero Piantino che nonostante un piccolo errore di percorso nel tratto finale ha recuperato e tagliato il traguardo in seconda posizione. “Sono partita piano memore del 2007 che avevo iniziato a razzo-commenta una soddisfatta Valeria Roffino-. Sulla salita di Muzzano le gambe giravano bene. Sono veramente contenta perchè non pensavo al record e non mi aspettavo la vittoria. E poi vincere in casa è sempre particolare e affascinante”.

Due nomi nuovi nell’albo d’oro della Biella-Santuario di Graglia, organizzata questa mattina dal Gaglianico 74 e valida anche quale 4ª prova del Trofeo Corri Piemonte Fidal Strada. A tagliare per primo il traguardo della 17ª edizione, come abbiamo anticipato, è stato il torinese Francesco Grillo dell’Atletica Saluzzo, società che ha piazzato ben tre atleti su sei sui podi assoluti: Grillo ha condotto la gara in solitaria chiudendo col tempo di 41’57”, il migliore degli ultimi 5 anni ma ancora lontano dal fantastico 39’32” con cui vinse Massimo Galliano nel 2008. Tra le donne ha vinto la biellese Valeria Roffino (Fiamme Azzurre) al termine di una gara splendida che l’ha portata ad essere la prima nella storia dell’evento a scendere sotto i 48 minuti: 47 minuti e 53 secondi abbassando il precedente record di Beatrice Lanza che resisteva dal 2008 quando la triathleta azzurra corse in 48’03”. Gli altri sul podio. Tra gli uomini c’è stata una lunga battaglia a distanza tra il canavesano Paolo Boggio (Atl. Santhià) e il biellese Massimiliano Barbero Piantino (Atl. Saluzzo) che ha prevalso con un allungo vincente sull’ultima impegnativa rampa prima di arrivare al Santuario: 43’47” il tempo di Barbero e 43’52” quello di Boggio. Tra le donne, invece, dietro a Roffino si è piazzata la torinese Nadia Re, master F45 del Saluzzo col tempo di 49’50”. Al terzo posto la polacca Katarzyna Kuzminska (Atl. Canavesana) che ancora una volta ha fatto vedere le sue grandi doti di scalatrice recuperando qualche posizione in salita e chiudendo col tempo di 50’42” con un vantaggio dieci secondi sulla biellese Debhora Li Sacchi (Olimpia), vincitrice della passata edizione.Sul classico percorso di 11,3 chilometri dall’Atl di Biella al piazzale del Santuario di Graglia (400 metri di dislivello positivo) sono stati 284 gli atleti al traguardo, secondo numero di sempre, in grande crescita rispetto alla passata edizione quando si raggiunse quota 171. 

Dopo la pioggia, leggera ma fastidiosa, dalla partenza sino al secondo chilometro circa, e il freddo gelido sulla salita da Occhieppo Inferiore verso Muzzano e poi sulle rampe finali verso il Santuario, gli atleti hanno trovato al traguardo il primo tassello della medaglia che si comporrà al termine del trittico di gare organizzate quest’anno dal Gaglianico 74, ovvero la 2 Santuari Running del 2 giugno e il Giro delle Cascine del 3 novembre: una iniziativa questa che ha raccolto unanimi consensi da parte degli atleti in gara.Le premiazioni si sono svolte all’interno della sede degli Alpini di Graglia ed hanno coinvolto oltre i primi tre assoluti uomini e donne anche i primi tre di ognuna delle 16 categorie master: complessivamente sono stati assegnati circa 700 euro in buoni benzina e 32 premi in natura. Uno sforzo notevole per una gara di carattere regionale, possibile grazie alla partnership con le aziende partnere dell’evento, ovvero Lauretana, Conad, Menabrea, Zegna Baruffa a cui si affianca la partnership di altre aziende quali Mombarun, Il Fiore, Ghirardi Impresa Funebre, Merceria Paillettes, Blu Repro, Muscato Noleggi, Fratelli Carlino Formaggi, Hary Brothers, Dolce Manna, Cizeta, L’Angolo della Pasta, Toelettatura Per un pelo, Studio Receptum e Cosrab.Due i premi speciali consegnati: Pierpaolo Fontan (Atl. Susa), primo classificato della categoria Master 60, ha vinto il memorial Renato Zanetto; il Biella Running si è aggiudicato il Trofeo Elio Cerruti riservato alla miglior squadra della classifica a punti, classificandosi al secondo posto dietro al Gaglianico 74 che ha rinunciato per dovere di ospitalità. Premiate anche le società dal secondo al quarto posto: Atletica Santhià, Gsa Valsesia, Atletica Candelo e Vittorio Alfieri Asti. La gara era valida anche quale prima prova del Trofeo Memorial Ezio Cappio, che verrà assegnato per somma di tempi con il Giro delle Cascine, manifestazione che anche quest’anno sarà gara certificata Fidal sulla distanza di 10 km interamente su strada asfaltata.