2 novembre 2019 – Gaglianico – 46° Giro delle Cascine Bronze – Km. 10 – CorriPiemonte – 15a prova – Campionato piemontese individuale Km. 10

Per l’Atletica Valsesia hanno partecipato: Simone Travaglia 58° assoluto e 4° di categoria SM40 in 0:37:35; Elvio Vinzio 60° assoluto e 6° di categoria SM50 in 0:37:37; Samuele Balsarini 149° assoluto e 18° di categoria SM50 in 0:41:55; Clara Defilippi 170° assoluta, 20^ femminile e 4^ di categoria SF40 in 0:43:15, premiata anche come 3^ regionale su strada di categoria SF40; Francesca Ravarotto 265^ assoluta, 40^ femminile e 7^ di categoria SF40 in 0:48:36.

RISULTATI


NewsBiella.it scrive:

Il favorito della vigilia non ha deluso le attese: è il borgosesiano Francesco Carrera (Atl. Casone Noceto) a conquistare la vittoria nella 46ª edizione del Giro delle Cascine, manifestazione nazionale bronze valida anche quale campionato regionale di corsa su strada, organizzato sabato pomeriggio a Gaglianico in provincia di Biella.

Ha condotto la gara in solitaria concludendo in 30’32” con un vantaggio di oltre un minuto su El Mehdi Maamari (31’46”), portacolori della Fulgor Prato Sesia, che ha così conquistato il titolo di campione regionale. Sul terzo gradino del podio il milanese Stefano Casagrande (Azzurra Garbagnate, 31’52”). Premiati i primi cinque assoluti e dunque gloria anche per Massimo Farcoz (Pont St. Martin, 32’16”) e Flavio Ponzina (Brancaleone Asti, 32’33”).

Primo biellese è Gabriele Beltrami (Pont Saint Martin) che ha chiuso 6° assoluto, ha vinto la categoria M45, ma quel che più conta è che si è aggiudicato il trofeo in memoria di Roberto Febbraio, riservato al primo classificato tra i nati nel 1974.

Tra i primi 10 anche Saverio Bavosio (Brancaleone, 32’47”), Vezio Bozza (Santhià, 32’58”), Paolo Boggio (Santhià, 33’06”) e Massimiliano Barbero Piantino (Atl. Saluzzo, 33’07”) che ha conquistato il Trofeo Ezio Cappio assegnato al migliore classificato nella somma tempi tra questa gara e la Biella-Santuario di Oropa, mettendo dietro proprio Paolo Boggio di 4 secondi.

Non c’è stata storia nemmeno in ambito femminile. Assente dell’ultim’ora l’annunciata Nadia Ejjafini, nei primi chilometri è stato testa a testa tra Catherine Bertone (Calvesi Aosta) e Elisa Stefani (Brancaleone Asti). La valdostana ha allungato a metà gara imprimendo un ritmo impossibile e chiudendo in 34’21” con un vantaggio di 19 secondi sulla valenzana. Avvincente la lotta per il terzo gradino del podio: alla fine l’ha spuntata la junior biellese Lucrezia Mancino (Ugb Biella) arrivata al campo Miller Rava in 37’44” con un vantaggio di 12 secondi sull’allieva Arianna Reniero (Atl. Gaglianico, 37’56”) e di un’altra mancata di secondi su Federica Barailler (Pont Saint Martin, 38’03”) e su Sara Borello (Atl. Canavesana, 38’19”). In 10ª posizione segnaliamo Eufemia Magro (Dragonero) che con questo risultato si è aggiudicata il trofeo Ezio Cappio.

Complessivamente 449 gli iscritti (412 al traguardo), partiti con circa 20 minuti di ritardo rispetto l’orario originale per consentire un intervento medico in una struttura sportiva vicina, sita lungo il percorso di gara. Un numero che si colloca al secondo posto nella quasi cinquantennale storia della gara: il record è di 471 nel 1974.

Lunga e articolata la cerimonia di premiazione: presenti Rosy Boaglio, presidente Fidal Piemonte; Graziano Giordanengo, vicepresidente; Vichy Meliga, consigliere regionale; Mario De Nile, vicesindaco di Gaglianico. Oltre ai primi 5 assoluti, infatti, sono stati premiati i primi 5 di ognuna delle categorie previste, dalle Allieve ai Master over 70, e i podi del campionato regionale di corsa su strada 10 km.

Per quanto riguarda i premi di società il trofeo memorial Giorgio Scudellaro alla miglior squadra a punti è andato alla Brancaleone Asti che si è aggiudicata anche il trofeo memorial Barbara Lorenzi per la miglior società femminile.

Oltre al memorial Roberto Febbraio e al Gran Premio Ezio Cappio è stato assegnato anche il Gran Premio memorial Elio Cerruti ai primi classificati residenti a Gaglianico che sono risultati essere Edoardo Russo e Eleonora Cerruti.

L’organizzazione è stata curata dall’As Gaglianico 74 con il patrocinio delle amministrazioni comunali di Gaglianico e Sandigliano, con il supporto di Protezione Civile di Vigliano Biellese, Aib Biella Orso, Aib Zumaglia, Protezione Civile di Muzzano e Associazione Nazionale Carabinieri in congedo e con la partnership dei numerosi sponsor.